LA FIGURA PROFESSIONALE:
Il tecnico informatico trova lavoro in aziende di vario tipo: innanzitutto presso società di servizi informatici che forniscono ai clienti supporto tecnico e servizi di outsourcing informatico (sia per utenti business che per utenti privati), presso software houses e data center.

SBOCCHI LAVORATIVI:
Le imprese che offrono posti di lavoro per tecnici informatici sono però anche molte altre, dalle banche alle assicurazioni, dall’industria al retail, dalla sanità alla Pubblica Amministrazione, perché praticamente in ogni organizzazione si utilizzano sistemi e strumenti informatici di qualche tipo. Questo implica la necessità di avere personale che si occupi dell’IT e che sappia risolvere i problemi che possono sorgere. Mentre le realtà più piccole spesso affidano questo compito a professionisti e consulenti esterni, le aziende di dimensioni medio-grandi di norma possiedono un team interno di tecnici informatici.

L’orario di lavoro del tecnico informatico è solitamente un full time tradizionale, ma possono esserci situazioni che richiedono straordinari, come un errore imprevisto di un server o interventi di manutenzione ai sistemi informatici che devono essere svolti fuori dagli orari d’ufficio, quando le attività aziendali sono sospese. Inoltre, ai tecnici informatici è spesso richiesta flessibilità e disponibilità alle trasferte, soprattutto se lavorano per società di outsourcing informatico: se infatti molti problemi lato software possono essere affrontati e risolti lavorando da remoto (da un ufficio o da un call center), tutte le problematiche legate all’hardware devono essere necessariamente affrontate in loco.